• Home
  • News
  • Le sostanze più comuni: quali sono e come agiscono

I nostri ragazzi sperimentano sempre più presto l'uso di sostanze. I dati raccolti in occasione del Progetto Pinocchio mostrano che il 2,6% degli alunni di terza media ha già fumato almeno uno spinello e il 2,3% ha sperimentato, almeno una volta, l'uso della cocaina.

Per prevenire questi fenomeni e intervenire efficacemente, è necessario conoscere quali sono le sostanze più utilizzate e l'effetto che producono.

Le sostanze psicoattive

Le sostanze psicoattive modificano il nostro stato di coscienza: influenzano le emozioni, le percezioni e i comportamenti di chi ne fa uso. Esistono diversi tipi di droghe e queste producono effetti diversi sull'organismo. Alcune intaccano il funzionamento di specifici neurotrasmettitori, altre attaccano, ad esempio, il sistema limbico.

Tutte, in gradi e forme diverse, danno dipendenza. Creano, in chi ne fa uso, un grande desiderio per la sostanza. Esistono dipendenze biologiche e psicologiche. Nel primo caso il nostro corpo si abitua a funzionare in presenza della sostanza e non è più in grado di farlo senza. Nel caso di dipendenze psicologiche, l'organismo potrebbe lavorare ugualmente ma le persone sono convinte di aver bisogno della sostanza.

 

Le sostanze stimolanti

Gli effetti delle sostanze stimolanti producono un aumento del battito cardiaco, del tono muscolare e della pressione sanguinea. E' quello che avviene comunemente, a tutti noi, quando prendiamo un caffè o fumiamo una sigaretta.

La cocaina è una sostanza stimolante, può essere inalata o "sniffata", fumata o iniettata. Produce una forte dipendenza sia psicologica che fisiologica, viene assorbita rapidamente ed i suoi effetti sono quasi immediati. Da un lato chi fa uso di cocaina (in piccole quantità) prova una sensazione di benessere e più fiducia in se stesso. I consumatori subiscono però gravi deterioramenti fisici e mentali, rischiano ad esempio di soffrire di allucinazioni.

Anche le anfetamine sono potenti sostanze stimolanti: producono un'innalzamento della fiducia e danno la sensazione di avere più energia. Producono però anche perdita dell'appetito, ansia e aumento dell'irritabilità. Nei casi più gravi chi fa uso prova sensazioni di persecuzione.

Può rientrare in questa classificazione anche l'MDMA (o Estasy) anche se in senso classico non è nè un semplice stimolante nè un allucinogeno. Provoca ueforia, aumenta la socializzazione, l'empatia e l'autostima.

 

Le sostanze depressive

La più comune sostanza depressiva è l'alcol. Potrebbe sembrare strano perché tendiamo ad associare al bere un aumento della socievolezza e dell'allegria. In realtà queste sensazioni cessano all'aumentare della quantità di alcol ingerita e lasciano spazio agli effetti depressivi.

ragazzi drink

 

Energy drink e alcol

Il consumo congiunto di alcol ed energy drink è una moda molto diffusa tra i ragazzi: il 20% degli alunni di prima media ed il 60% di quelli di terza beve abitualmente energy drink (dati del Progetto Pinocchio).

Gli energy drink sono una sostanza eccitante molto spesso sottovalutata. Il pericolo maggiore deriva dall'associazione di queste bevande con l'alcol. Gli eccitanti contenuti negli energy drink contrastano l'effetto depressogeno dell'alcol e questo non è un bene:

Se con un bicchiere di alcol un ragazzino si ubriaca, se alterna all'alcool un Energy drink, allora gliene serviranno due di bicchieri per provare la stessa ebbrezza. Si alzerà quindi del doppio il rischio di finire, e senza nemmeno rendersene conto, in coma etilico.

 

Allucinogeni

Gli allucinogeni sono sostanze in grado di produrre allucinazioni, dei cambiamenti nelle nostre percezioni. Possiamo ad esempio "vedere la musica" e "sentire i colori".

La più comune è il Thc (Tetraidrocannabinolo) le cui forme più conosciute sono la marijuana e l'hashish. I suoi effetti cambiano da persona a persona, vanno da una sensazione di euforia a stati depressivi, passando per sensazioni di disorientamento.

Un'altra sostanza allucinogena è LSD che agisce sulla serotonina e produce una percezione distorta del tempo e varie forme di allucinazioni. La Ketamina, infine, è un anestetico dissociativo, che può causare delle forti dissociazioni psichiche.

Queste droghe, in base allo stato emotivo di chi ne fa uso e al contesto in cui le assume, possono essere divertenti ed eccitanti oppure terrificanti. Le allucinazioni non finiscono con l'uso della sostanza, alcune persone ad esempio le sperimentano anche molto dopo averne fatto uso.

 

ASSOCIAZIONE GENITORI ATTENTI

L’associazione di Promozione Sociale Genitori Attenti ha come obiettivo principale quello di fornire ai genitori gli strumenti più adatti a rapportarsi con i propri figli riducendo il rischio che essi sviluppino dipendenze comportamentali e da sostanze.
Gli strumenti che mettiamo a disposizione dei genitori sono frutto di lunghe ricerche scientifiche condotte negli ultimi anni su vaste popolazioni giovanili di età scolare e dei loro genitori.

SEGUICI

CONTATTI

newsletter genitori attenti